anziani allettati

Ecografia anziani allettati, l’estate è un problema anche in città

Ci sono moltissimi anziani che durante la stagione estiva, seppur vivono in casa con figli o parenti, si sentono abbandonati poiché mancano molti dei servizi che invece sono presenti durante tutto il resto dell’anno. Sono soprattutto quegli anziani che magari hanno subito un intervento e non si possono muovere dal letto ad avere la peggio, un po’ perché gli ospedali, a differenza di tempo fa, tendono a dimettere con una certa rapidità, un po’ perché non ci sono i presidi sufficienti atti a tutelarne la salute durante il periodo estivo. Un esempio banale è il bisogno di un’ecografia anziani allettati che durante l’estate diventa davvero difficile ottenere in tempi brevi.

Ecografia anziani allettati, cosa fare se serve in agosto

Certamente i servizi minimi e indispensabili sono sempre garantiti, ma se capita un bisogno particolare, anche in una città come Roma, agosto può rendere tutto più difficile. Pensiamo al caso di un anziano allettato perché magari ha subito un intervento chirurgico, o perché magari non più in grado di deambulare. Se questo anziano ha necessità di effettuare un’ecografia, magari di controllo post-intervento, o per verificare eventuali dolori manifesti, dovrà affrontare diverse difficoltà.

La prima è sicuramente quella di ottenere un appuntamento a breve. Purtroppo in città ad agosto il servizio si riduce davvero alle urgenze, per cui se si tratta di un “banale” controllo, con tutta probabilità si dovrà attendere molto tempo, anche mesi. Ma nel fortuito caso dovessero fissare un appuntamento a breve, le difficoltà dell’anziano allettato non sarebbero che all’inizio. Infatti, si dovrà chiamare un’ambulanza, traslare l’anziano dal letto alla barella, per poi essere collocato sull’ambulanza, quindi trasferito presso la struttura dove viene effettuata l’ecografia.

Un disagio che comporta dei costi

Prima di tutto, ovviamente, dobbiamo preoccuparci del disagio che si andrà a creare all’anziano. Essere manipolato, anche se da mani esperte, per essere trasportato per fare una visita o un esame, può essere anche molto doloroso a seconda del problema manifestato dall’anziano. Nel caso di immobilità dovuta a un intervento al femore, inoltre, ci possono essere anche dei rischi legati a movimenti non consoni.ecografia

Dopo di questo si può anche fare un rapido calcolo e pensare a quanto possa costare un trasporto. In molte città si da un’offerta alle ambulanze, o una somma fissa che può variare dai 50 ai 100 euro. Questa cifra, qualunque essa sia, va moltiplicata per due, andata e ritorno. Insomma, si tratta anche di una spesa piuttosto consistente a fronte del disagio di dover trasportare l’anziano e magari anche di farlo attendere diverso tempo prima che possa essere visitato o sottoposto all’esame.

Servizi privati

In città come la capitale, tuttavia, ci sono per fortuna diversi servizi a pagamento che permettono di effettuare viste o esami nella comodità della propria casa. Fare un’ecografia a domicilio a Roma è oggi abbastanza semplice, si chiama la guardia medica privata e si fissa un appuntamento che di solito viene dato nel giro di tempi brevissimi. Grazie anche alla tecnologia, oggi i macchinari per effettuare ecografie, sono diventati anche portatili, quindi nessun disagio per l’anziano.