otorinolaringoiatria e chirurgia a Lecco

Otorinolaringoiatria lecco: turbinati e corde vocali

L’otorinolaringoiatria a Lecco è uno dei rami della medicina a cui si fa più ricorso perché numerose sono le patologie che, ad ogni età, colpiscono la zona gola, naso e orecchie. Anche in questo caso l’evoluzione della medicina, in concomitanza con l’evoluzione della tecnologia applicata alle scienze mediche, ha portato notevoli progressi e possibilità risolutive prima insperate.

Trattamento dei turbinati con laser

I turbinati sono formazioni carnose presenti nelle fosse nasali, generalmente sono tre per ogni fossa nasale ed hanno la funzione di umidificare l’aria inspirata, trattenere la polvere e riscaldare l’aria inspirata. In alcuni casi può verificarsi un’ipertrofia dei turbinati che di conseguenza smettono di funzionare ed assolvere il loro ruolo essenziale, ciò è dovuto principalmente ad allergie, infezioni, uso di spray nasali vasocostrittori, questi fattori infatti contribuiscono ad un rigonfiamento cronico dei turbinati che comporta una cattiva respirazione.

Diverse sono le possibilità di intervento per sopperire a tale problema, tra le ultime innovazioni presenti in otorinolaringoiatria a Lecco, c’è la possibilità del trattamento con laser a diodi. Il procedimento è molto semplice: la luce emessa genera una coagulazione dei tessuti con cicatrizzazione dei vasi sanguigni ed una vaporizzazione dell’acqua, in questo modo diminuisce la dimensione dei turbinati e i relativi fastidi. I vantaggi di questa tecnica sono dati soprattutto dal decorso post operatorio facilitato in quanto già dal giorno successivo si possono riprendere le normali attività, inoltre, può essere eseguito anche in pazienti portatori di pace maker o con problemi di coagulazione, la procedura dura circa 20 minuti e viene eseguita con anestesia locale. Oltre che nel caso di ipertrofia dei turbinati può essere usata la tecnica laser anche nel caso di piccoli polipi o speroni e creste del setto nasale.

Miopatie delle corde vocali e microlaringoscopia

Le miopatie delle corde vocali sono patologie caratterizzate da un processo infiammatorio cronico che interessa mucose e muscolature della laringe e in particolare delle corde vocali. Esse sono causate sia dal cattivo uso della voce, ad esempio nei cantanti, sia da tabagismo e abuso di alcool, predisponente anche la presenza di reflusso gastro esofageo. Il sintomo principale è il calo della voce che diventa sempre più grave. La diagnosi viene effettuata tramite videolaringoscopia a fibre ottiche in otorinolaringoiatria a Lecco. Nel caso in cui si sospetti la presenza anche di cisti può essere necessario sottoporsi anche video-laringo-stroboscopia che permette di esaminare in modo approfondito anche la vibrazione delle corde vocali.

Per il trattamento è molto importante la terapia ortofonica eseguita dal logopedista: si tratta di una metodologia che serve a riacquistare una corretta respirazione ed una corretta emissione vocale. Nei casi più gravi, quando la terapia non funziona è possibile eseguire un intervento di microlaringoscopia.

Si tratta di un intervento mininvasivo realizzato con l’ausilio di un laringoscopio, strumento che invia immagini ad un monitor e permette una perfetta visualizzazione delle strutture delle corde vocali, della ipofaringe e della laringe. Attraverso il laringoscopio è possibile asportare quindi tutte le lesioni presenti sulle strutture.
Oltre a tale tecnica è possibile eseguire l’intervento anche con l’ausilio del laser CO2, in questo caso vi è l’ulteriore vantaggio di avere un intervento senza perdita di sangue.