Principali modelli di carrozzine

Le carrozzine per persone con problemi di mobilità, sia parziali e momentanei che gravi e duraturi nel tempo, possono fare affidamento sulle carrozzine, le quali rappresentano uno strumento in grado di permettere loro di potersi spostare senza grosse difficoltà. Quando si parla di carrozzine, però, occorre prendere in considerazione il fatto che ne esistono differenti modelli, ognuno dei quali dotati di caratteristiche diverse e che si adattano a un utilizzo particolare che permette, alle persone che soffrono di tale disturbo, di fronteggiare nel migliore dei modi la loro condizione.

Carrozzine auto-spingenti

La prima tipologia è quella delle carrozzine auto-spingenti, le quali:

  • sono quelle maggiormente economiche e classiche;
  • si adattano sia a brevi che lunghi tratti stradali ma anche allo spostamento in luoghi come l’abitazione ed edifici pubblici;
  • sono dotate di un sedile ergonomico che previene fastidi nei glutei;
  • hanno delle pratiche maniglie che permettono al disabile di poter spingere le ruote e muoversi in totale autonomia;
  • possiedono maniglie posteriori per il trasporto assistito.

Carrozzine da transito

A questa prima categoria si affiancano le carrozzine da transito, che:

  • sono quelle utilizzate maggiormente negli ospedali;
  • sono sprovviste di maniglie per il movimento autonomo;
  • sono ideali per persone che hanno un problema motorio lieve e passeggero.

Tale strumento è in grado di rispondere perfettamente a tutte le esigenze della persona che soffre di problemi motori.

Carrozzine stringenti

Esistono anche le carrozzine per disabili che nascono con uno scopo ben preciso, ovvero quello che consiste nell’evitare che lo spazio possa essere occupato in maniera eccessiva. In questo frangente parliamo di carrozzine stringenti, che sono:

  • identiche alle due carrozzine prima descritte;
  • possiedono delle dimensioni leggermente contenute;
  • hanno un sistema che consente di piegarle in maniera semplice e veloce e che consente, di conseguenza, di evitare che questo oggetto possa occupare spazio in modo eccessivo se non utilizzato.

Pertanto anche questo strumento rappresenta una valida alternativa al classico tipo di carrozzina che potrebbe essere non adatto soprattutto se si vive in ambienti ristretti dove si ha poco spazio oppure per effettuare i viaggi in auto.

Le carrozzine elettriche rappresentano invece una variante dotata di un buon livello di tecnologia. Queste, caratterizzate da un motore elettrico, permettono al disabile di muoversi senza dover compiere degli sforzi eccessivi: mediante il pratico comando sarà quindi possibile avere l’occasione di sposarsi muovendo solo una mano, senza compiere manovre complesse e difficili.

Infine le sedie a rotelle multifunzione sono quelle dotate di poggia testa, sostegno ergonomico per gambe e piedi e altri piccole caratteristiche che riescono a rendere maggiormente piacevole l’utilizzo della sedie a rotelle. Pertanto è possibile notare come questo modello si adatti particolarmente a tutte le diverse esigenze della persona che soffre di mobilità.